Campi Ri-aperti: al via la nuova edizione!

Campi Ri-aperti: al via la nuova edizione!

Nel mese di Novembre abbiamo dato il via alla nuova edizione di Campi Ri-aperti, progetto di Agricoltura Sociale che portiamo avanti in collaborazione con la Cooperativa Kairos, l’Associazione Oasi e con il prezioso supporto dell’Associaizone Insieme Onlus, che cammina al nostro fianco fin dalla prima edizione nel progetto nel 2015.

 

 

 

 

 

 

In questi anni di attività abbiamo potuto sperimentare quanto l’agricoltura con tutti i suoi diversi aspetti riesca a dare delle opportunità di formazione, di inserimento lavorativo e di presa di coscienza delle proprie possibilità. Sono diversi i ragazzi, tra richiedenti asilo e rifugiati, che si sono avvicinati al mondo agricolo usufruendo di un percorso di orientamento e formazione seguiti dal finanziamento di una borsa lavoro all’interno di un’azienda agricola dove hanno lavorato a tutti gli effetti seguiti da nostri tutor.

Negli ultimi tre anni abbiamo visto esperienze molto positive con la nascita di diverse relazioni che, oltre alla parte prettamente lavorativa, hanno dato l’opportunità di creare dei legami cosi che le persone abbiano ulteriori punti di riferimento positivi nel territorio.

Il progetto: le diverse fasi e i nostri partner

Campi Ri-aperti prevede diverse fasi progettuali che vanno dalla selezione dei beneficiari, all’orientamento e formazione per avvicinare i beneficiari stessi al mondo agricolo, per poi concludere l’esperienza con un tirocinio di 4 mesi presso un’azienda agricola. Come è già capitato a diversi dei nostri ragazzi, il tirocinio è sfociato poi in opportunità lavorative all’interno dell’azienda stessa.

 

 

 

 

 

 

Diverse sono le aziende partner che collaborano con noi affiancando i nostri ragazzi durante il loro percorso tra cui: Casale di Martignano, sulle rive dell’omonimo lago, Fratelli D’Alesio a Tor Tre Teste, La Nuova Arca sull’Ardeatina, e dal 2018 anche le aziende Coraggio e Aria. Al fine di poter offrire formazioni diversificate, quest’anno abbiamo avviato collaborazioni anche con aziende che si occupano di produzione alimentare: Arancina Matta, attiva nel campo della ristorazione, e Magnolia Eventi, che opera nel settore catering.

Le collaborazioni con aziende differenti offrono contesti multifunzionali diversificati con la possibilità per i beneficiari di sperimentare e apprendere nuove competenze. Il progetto inoltre è arricchito da micro-formazioni capacitanti, come corsi HACCP o il corso da carrellista per essere abilitati alla guida del muletto. Inoltre, i piccoli gruppi di beneficiari ci permettono di seguire i ragazzi, le loro storie, le loro speranze e aspettative attraverso percorsi individualizzati.

Campi Ri-aperti da una prospettiva differente al beneficiario: non si tratta di un semplice inserimento lavorativo, è un’opportunità di ripartire attraverso la riscoperta di se stessi in un ambiente sano come la campagna senza essere vittima di sfruttamento ma vivendo una nuova opportunità umana e professionale” – afferma Emanuele Selleri, Direttore Esecutivo di Casa Scalabrini 634.

Continuate a seguirci per restare aggiornati sugli sviluppi del progetto e conoscere da vicino le storie dei ragazzi.

 

Per sostenere Campi Ri-aperti con una donazione visitate la pagina dedicata cliccando QUI